Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Cloud

Enel e GE: IoT e Manutenzione Predittiva per le centrali termoelettriche

Enel e GE puntano su Internet of Things e Manutenzione Predittiva: GE fornirà alla divisione Global Thermal Generation di Enel un software di Asset Performance Management per favorire la digitalizzazione di 14 centrali termoelettriche

Con l’IoT Enel e GE puntano sulla Manutenzione Predittiva. Al fine di favorire la digitalizzazione di 14 centrali termoelettriche in Europa e America Latina, GE fornirà alla divisione Global Thermal Generation di Enel un software di Asset Performance Management basato su Predix.

Il software APM sarà utilizzato e ottimizzato per monitorare, predire e rafforzare l’affidabilità degli impianti. Secondo Russel Stokes, CEO di GE Power, la Digital Transformation della filiera dell’energia elettrica, nei prossimi 10 anni, è in grado di generare “un valore di oltre 1,1 miliardi di euro per gli operatori globali di settore e per le utility”. La piattaforma Predix è cloud-based e permette alle aziende di collegare le apparecchiature già in funzione, dove vengono installati migliaia di sensori in grado di recuperare dati che poi vengono raccolti e analizzati per diventare fruibili. L’applicazione Asset Performance Management, attraverso l’utilizzo di algoritmi predittivi per l’analisi dei dati, è inoltre in grado di notificare problemi prima che essi accadano, aumentando l’affidabilità e la disponibilità degli asset, riducendo, contemporaneamente, i costi operativi e di manutenzione.

CATEGORIE:
Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo
?>