Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK
CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

IIoT, collaboration e connected factory, alla BI-MU Cisco, Exprivia e Italtel fanno tris

Cisco, Exprivia e Italtel saranno presenti insieme all'edizione 2018 della BI-MU in programma a Milano a ottobre, con soluzioni per la fabbrica connessa, la collaboration e l'integrazione tra IT e OT

BI-MU cisco exprivia italtelÈ un perfetto esempio di cosa significhi lavorare sul tema dell’Industry 4.0 e dell’Impresa 4.0 con una logica di ecosistema la partecipazione di Cisco, Exprivia e Italtel all’edizione 2018 della BI-MU, che si svolgerà a Milano da 9 al 13 ottobre prossimi.

Le tre società hanno scelto infatti di essere presenti, con uno spazio allo Stand B83/B87 Padiglione 13, alla manifestazione che quest’anno per la prima volta avrà un’area dedicata alla fabbrica del futuro, allo smart manufacturing e alla consulenza per la trasformazione dell’industria manifatturiera.

Una collaborazione pluriennale tra Cisco, Exprivia e Italtel

Consapevoli che l’introduzione delle tecnologie digitali all’interno delle fabbriche porta con sé la nascita e lo sviluppo di nuovi modelli di business e di nuovi processi, improntati all’efficienza e alla flessibilità, le tre società hanno scelto di presentare proprio il frutto dell’integrazione e della convergenza delle rispettive tecnologie e soluzioni.

Cisco, Exprivia e Italtel, la cui collaborazione è ormai pluriennale, si sono poste l’obiettivo di offrire ai loro clienti soluzioni end to end che fungano da abilitatori dei percorsi di transizione verso la fabbrica intelligente.

Tre soluzioni in mostra alla BI-MU

Ecco dunque che i tre partner presenteranno soluzioni IIoT (Industrial IoT) con macchine di produzione interconnesse sia con la fabbrica sia con i sistemi informativi aziendali grazie all’utilizzo di gateway locali connessi ai PLC, che consentono di connettere i dati di fabbrica con quelli aziendali, con una importante funzione di traduzione tra i protocolli industriali e quelli tipici dell’ICT.
Queste proposte poggiano sull’infrastruttura di rete sicura di Cisco, sulla soluzione di driver industriali di Alleantia, sulla piattaforma Cisco Kinetic per la centralizzazione e l’aggregazione di tutti i dati raccolti e lo scambio di informazione bidirezionale con le Business Applications SAP. Una logica end to end che consente di automatizzare le attività, migliorando l’efficienza operativa.

Cisco Webex Teams è invece alla base della soluzione Italtel Indychatbot, che affianca agli strumenti di collaboration di Cisco anche l’intelligenza artificiale, con l’obiettivo di migliorare la comunicazione uomo-macchina tramite linguaggio naturale, anche in mobilità.
Una nuova modalità di comunicazione che allora lo scambio di informazione con gli impianti di produzione e i sistemi gestionali risulta ancora più immediato e rivoluzionario. Questo è quanto si propone di fare: usando l’intelligenza artificiale e gli strumenti di collaborazione Cisco Webex Teams, la soluzione Italtel abilita una comunicazione uomo-macchina in tempo reale, semplice ed efficace. Si riducono radicalmente i tempi di learning in caso di diffusione di nuove tecnologie o ingresso di nuovi addetti in fabbrica.

Infine, non può mancare Cisco Connected Factory, vale a dire la proposta infrastrutturale e di piattaforma che consente di unire IT e OT, vale a dire integrare i sistemi di automazione e di gestione di stabilimento con i l’ICT aziendale, che abilita la creazione di una rete convergente tra fabbrica e azienda, che migliora disponibilità degli impianti, l’efficacia dei processi produttivi, la sicurezza complessiva, attraverso una verifica puntuale dell’accesso alla rete e dell’identità e localizzazione degli utenti.

 

Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 giugno 2017