Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Cloud

Hpe, entro il 2022 tutto il portafoglio sarà disponibile “as a service”

Saranno progressivamente implementate nel triennio una serie di nuove offerte a subscription e in pay per use. Tra le novità l’allargamento della collaborazione con Google Cloud e nuove soluzioni GreenLake per il mid market e l’edge

La rotta per il futuro è tracciata: Hpe è destinata a diventare progressivamente una società as-a-service, per arrivare a mettere a disposizione dei clienti tutto il proprio portafoglio – oltre che nelle modalità tradizionali, quindi per l’acquisto o basati su licenza – anche con formule come subscription, pay per use e a consumo. 

In parallelo la società continuerà ad applicare l’offerta Hpe GreenLake per arrivare a nuovi segmenti di mercato e nuove modalità di utilizzo, grazie anche all’ecosistema di partner. Con questo scopo nasceranno nuove proposte Hpe GreenLake per le medie aziende, nuovi servizi per gli ambienti edge, e nuove e rafforzate partnership con CyrusOne, Equinix e Google Cloud. Hpe continuerà inoltre a investire e innovare nella propria suite di software erogato attraverso un modello  a subscription, si legge in una nota dell’azienda, comprendente Hpe Aruba Central, Hpe BlueData, Hpe Cloud Volumes, Hpe InfoSight e Hpe OneView.

Hpe GreenLake ridefinisce le opportunità digitali per i clienti offrendo un solido portafoglio as-a-service, che si traduce in flessibilità e speed-to-market, prosegue il comunicato, permettendo ai clienti di scegliere tra offerte a subscription, in pay-per-use e di managed IT as a Service. Si tratta di un portafoglio che vanta una percentuale di rinnovi del 99% e un Net Promoter Score (NPS) dell’86%, posizionandosi nella top 1 percent dei punteggi nella delivery dei servizi IT, a dimostrazione che questo particolare approccio verso la trasformazione digitale viene apprezzato dal mercato: Hpe GreenLake è infatti oggi l’offerta Hpe in più rapida crescita, con contratti per un valore complessivo pari a 2,8 miliardi di dollari e oltre 600 clienti.

“Ci troviamo a un punto di svolta del mercato – commenta Antonio Neri, presidente e Ceo di Hpe – Tutti sono consapevoli del fatto che i clienti desiderino ottenere la tecnologia sotto forma di servizio, ma lo vogliono anche alle proprie condizioni.  L’ approccio distintivo di Hpe verso il modello as-a-Service, che offre ai clienti scelta, flessibilità e controllo, è l’elemento dietro l’enorme successo di Hpe GreenLake. Continueremo a investire con decisione a favore di questa opportunità, per capitalizzare la nostra leadership di mercato, fare leva sul nostro ecosistema di canale e di partner di fama mondiale, e proporre tutto il nostro portafoglio, dall’edge al cloud, nell’offerta Hpe GreenLake. Di conseguenza rimodelleremo Hpe e trasformeremo il mercato con un nuovo e più efficace sistema di proposte as-a-Service”.

CATEGORIE:
Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo
?>