Direttore Responsabile: Maria Teresa Della Mura

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Maria Teresa Della Mura

.Automotive

Record mondiale per veicoli a guida autonoma al CES 2022: PoliMove vince la Indy Autonomous Challenge

Tra le tante iniziative andate in scena al CES 2022 di Las Vegas c’è stata anche la Indy Autonomous Challenge presso il Motor Speedway di Las Vegas. Ha preso parte anche E-Novia che ha sostenuto PoliMove: il team ha registrato un risultato da record raggiungendo la velocità più alta di sempre per un veicolo a guida autonoma

Successo italiano alla Indy Autonomous Challenge (IAC), una particolare competizione che coinvolge istituzioni e team universitari da tutto il mondo e che ha rappresentato uno degli eventi di punta al CES 2022 di Las Vegas. Parliamo di una gara automobilistica ad altissimo tasso di tecnologia in cui a scendere in pista non sono state della classiche autovetture, al contrario auto a guida interamente autonoma e a motore endotermico della Formula Indy, le Dallara AV-21.

Ad aggiudicarsi la vittoria al Las Vegas Motor Speedway il team e-Novia PoliMove, frutto di una partnership tra il Politecnico di Milano e l’Università dell’Alabama, e guidato da Sergio Savaresi, professore del Dipartimento di Elettronica Informazione e Bioingegneria del Politecnico di Milano. Una vittoria importante considerando le difficoltà della competizione dal punto di vista tecnico.

Dopo aver gareggiato in una gara a cronometro per il giro più veloce a ottobre 2021 in occasione della Indy Autonomous Challenge all’Indianapolis Motor Speedway, – la capitale mondiale delle corse automobilistiche – i team sono tornati a sfidarsi questa volta testa a testa. Le monoposto a guida autonoma non hanno corso in solitaria, sfidandosi solamente a suon di giri veloci cronometrati, bensì a coppie condotte dall’intelligenza artificiale e ad elevate velocità, evitando collisioni e adottando strategie ed azioni in tempi estremamente ridotti.

E che il team e-Novia PoliMove potesse aggiudicarsi la vittoria finale era già chiaro durante le qualifiche ufficiali quando la loro monoposto era riuscita a superare la velocità di 280 km/h. Il team è riuscito a sbaragliare la concorrenza (5 squadre prevenienti da 5 Paesi differenti in rappresentanza di 7 università) ed in finale ha avuto la meglio sul team tedesco TUM Autonomous Motorsport dell’Università di Monaco.

Ai vincitori è anche andato un premio di 150 mila dollari. Il secondo classificato si è aggiudicato 50 mila dollari. Risultato della gara a parte, quanto visto all’interno di questa competizione è molto importante sul fronte dello sviluppo delle tecnologie legate alla guida autonoma.

“I risultati conseguiti in una competizione che coinvolge le eccellenze di tutto il mondo – dichiara Vincenzo Russi, Co-Founder e CEO di e-Novia – confermano la capacità di innovazione del Paese e dei suoi talenti politecnici anche nello sviluppo di sistemi a guida autonoma in grado di definire nuovi standard e soluzioni che contribuiranno ai profondi cambiamenti dell’industria e della mobilità. Una sfida industriale in grado di rispondere al bisogno di una mobilità sostenibile su scala mondiale. Le soluzioni di robotica veicolare di e-Novia sono realizzate impiegando ingegneri, tecnologie e un ecosistema industriale che mostra l’eccellenza anche in questo settore”.

CATEGORIE:
Cloud
Dai dati dell'Osservatorio Industria 4.0 la fotografia dell'I4.0 nel nostro paese: con Industrial IoT e Analytics che trascinano il mercato, con il...
23 Giugno 2017
Vai all'articolo