Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Automotive

Pirelli Connesso: l'intelligenza arriva nei pneumatici con sensori e piattaforme cloud

Al Salone di Ginevra Pirelli presenta la sua novità: pneumatici smart, con sensori integrati, in grado di rilevare informazioni importanti sull'utilizzo delle gomme e sul loro stato di usura. Il tutto connesso a una piattaforma in cloud

Ha scelto il Salone di Ginevra per presentare la sua novità nell’ambito dell’Internet of Things per il mondo automotive: un sistema di pneumatici intelligenti.
Si chiama Connesso – nome semplicemente evocativo – ed è l’ultima novità annunciata da Pirelli, frutto di un lungo lavoro di ricerca e innovazione. Sarà disponibile a partire da questa estate, prima negli Stati Uniti e successivamente nei principali Paesi europei.
Non si tratta semplicemente di un pneumatico, ma di una piattaforma integrata del quale le gomme sono solo uno dei componenti.

IoT, sensori e una piattaforma in cloud

Per il debutto Pirelli ha scelto le gomme P Zero e Winter Sottozero, nelle quali viene inserito un sensore in grado di rilevarne e poi trasmettere dati importanti in merito a funzionamento, usura, stato di manutenzione.
Il sensore, garantisce Pirelli, ha un peso estremamente contenuto, pochi grammi, e dunque non influisce sulle prestazioni delle gomme: il suo compito è inviare le informazioni alla centralina e alla piattaforma di Pirelli in cloud, che si occupa dell’elaborazione dei dati e della loro conversione in informazioni utili, “actionable” come direbbero Oltreoceano, inviate poi alla App che l’utente avrà installato sul proprio smartphone.

Partendo dal codice identificativo del pneumatico, Pirelli Connesso misura pressione e temperature anche a veicolo fermo e raccoglie una serie di ulteriori informazioni sullo stato di usura, sul numero di chilometri percorsi, sul carico verticale statico.
Questo per quanto riguarda la prima release del sistema. In un prossimo aggiornamento, il sistema sarà in grado di fornire all’automobilista una stima dei chilometri percorribili.
Il sistema funge da manometro elettronico, così che l’automobilista abbia tutte le informazioni sui valori esatti di pressione, ed è in grado di avvisare sempre vi app quando la pressione è troppo bassa o quando la copertura arriva a un limite troppo basso ed è dunque necessario provvedere alla sostituzione. Via App è possibile individuare l’officina più vicina e prenotare il servizio di intervento, riducendo i tempi di attesa e fermo macchina.
Ulteriori funzionalità sono previste per la versione successiva del sistema, con la possibilità di gestire anche da remoto l’assistenza e la sostituzione delle gomme.

Industry 4.0
Le regole, le specifiche e le linee guida per il mondo dell'IoT industriale e del Machine2Machine in particolare
16 maggio 2016