Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Mobile Wearable

Adobe dice addio a Flash lite, un passo avanti per HTML5

Una forte spinta verso lo sviluppo di App – è noto – è stato dato anche dalla mancanza di compatibilità con la tecnologia Adobe Flash (che...


Una forte spinta verso lo sviluppo di App – è noto –
è stato dato anche dalla mancanza di compatibilità con la
tecnologia Adobe Flash (che supporta attualmente il 75% circa dei
contenuti video presenti sul Web) da parte dei prodotti Apple. La
ragione di questa scelta passa dalle risposte ufficiali a quelle
ufficiose: tra le prime le eccessive risorse di sistema
utilizzate e la natura “chiusa” della piattaforma di
Adobe (come peraltro la maggior parte dei prodotti Apple); tra le
altre, storici screzi tra le due società.


Anche la crescente diffusione dell’HTML5, in grado di
garantire a siti Web e Mobile Web un più semplice supporto alla
riproduzione di video (senza necessità di ricorrere a plugin
come Flash appunto), è stata agevolata dal successo di
Apple.


Ora, quindi, è la stessa Adobe a far
marcia indietro con la decisione di abbandonare lo sviluppo di
Flash lite
, che non sarà più disponibile dopo la
versione 4.0 di Android. La nuova strategia mobile sarà, quindi,
incentrata sul supportare i propri sviluppatori (ci sono oltre un
milione di sviluppatori Flash nel mondo, oltre il doppio degli
sviluppatori Apple e quasi il doppio degli sviluppatori Java su
Android, che rappresentano l’ecosistema nativo mobile più
diffuso) nella realizzazione di applicazioni per smartphone
basate su tecnologia Adobe AIR. Lo sviluppo e il continuo
aggiornamento della tecnologia Flash rimarrà, invece,
prioritario in ambito desktop
. Nel frattempo Adobe
garantisce un pieno supporto ad HTML5, che sta crescendo
velocemente sia in ambito Web che Mobile.

Open Innovation
Il colosso internazionale dell’agrifood da un decennio sperimenta i benefici dell’innovazione open e condivisa e i suoi manager sono convinti di...
29 novembre 2016