Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Automotive

Nella Motorvalley nasce MUNER per formare all'innovazione nell'automotive

Partiranno il prossimo autunno i corsi di laurea magistrale della MUNER, la Motorveihicle University of Emilia Romagna, nata da una iniziativa interuniversitaria con la collaborazione dei player del settore automotive della Motorvalley

150 posti disponibili in tutto, prove di selezione il prossimo 4 settembre, scadenza il 28 luglio per la presentazione delle domande.
Prende vita nella Motorvalley la Motorvehicle University of Emilia-Romagna (MUNER), un sistema formativo territoriale che nasce con l’obiettivo di creare nuovi talenti e nuove competenze nel settore dell’automotive.

È una iniziativa che nasce a livello interuniversitario e che dunque vede coinvolti gli atenei di Bologna, Ferrara, Modena e Reggio Emilia e l’Università di Parma, ma che, soprattutto, trova una forte collaborazione con le case automobilistiche del territorio, che rappresentano un’eccellenza del Made In Italy nel mondo: Automobili Lamborghini, Dallara, Ducati, Ferrari, Haas F1 Team, HPE Coxa, Magneti Marelli, Maserati e Toro Rosso. Una parte delle ore di lezione verrà infatti svolta presso i loro impianti e i loro laboratori sperimentali.

Sei specializzazioni per MUNER, l’università dell’Automotive

Si tratta di lauree magistrali internazionali, aperte sia agli studenti italiani sia agli stranieri, articolate in sei percorsi di specializzazione

  • Advanced Powertrain – formazione di ingegneri capaci di progettare e concorrere all’ingegnerizzazione dei sistemi di propulsione tradizionali e innovativi
  • Advanced Motorcycle Engineering – progettazione e sviluppo di un motoveicolo ad alto contenuto tecnologico, sia di serie sia dedicato alle competizioni
  • Advanced Sportscar Manufacturing– formazione di ingegneri in grado di pianificare, sviluppare, controllare e gestire sistemi di produzione in ambito automotive all’insegna dell’Industria 4.0
  • High Performance Car Design – formazione di ingegneri in grado di comprendere, impostare e progettare l’architettura “fredda” di veicoli stradali ad alte prestazioni
  • Racing Car Design – sviluppo dell’architettura “fredda” di vetture da corsa
  • Advanced Automotive Electronic Engineering – formazione di esperti in progettazione e ingegnerizzazione dei più avanzati sistemi elettronici, informatici e di connettività in un ambiente automotive.

120 posti (12 dei quali a disposizione di studenti extra EU) sono a disposizione per gli interessati alle prime cinque specializzazioni, presentando domanda all’Università di Modena e Reggio-Emilia a questo link.

Gli ulteriori 30 posti, di cui 8 riservati a studenti extra EU, sono disponibili per il corso di laura in Advanced Automotive Electronic Engineering: in questo caso  la domanda di iscrizione va presentata all’Università di Bologna a questo link.
In questo caso i colloqui di selezione si svolgeranno tra i 4 e il 9 settembre prossimi.
Per poter accedere alle selezioni, è necessario essere in possesso di una laurea triennale che garantisca adeguate competenze nelle aree di Ingegneria e delle materie tecnico/scientifiche di base (Matematica, Informatica, Statistica, Chimica e Fisica) e averla ottenuta con una votazione minima di 95/110. Necessaria anche una adeguata conoscenza della lingua inglese.
Come sottolinea infatti Andrea Pontremoli, CEO di Dallara e presidente della Motorvehicle University of Emilia-Romagna (MUNER): “I corsi dei sei profili professionali verranno tenuti dai migliori docenti dei quattro atenei, da visiting professor e da professionisti provenienti dalle aziende”, con l’obiettivo di garantire una “formazione al passo con l’innovazione tecnologia del settore”.

Open Innovation
Il colosso internazionale dell’agrifood da un decennio sperimenta i benefici dell’innovazione open e condivisa e i suoi manager sono convinti di...
29 novembre 2016