Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Industry 4.0

M2M, Industria 4.0 e Smart City tra le case history dell'IoT Fujitsu

Dalle applicazioni nel networking, nelle tecnologie embedded e nei sensori, ai servizi gestiti per l'IT enterprise e a tutta la componente di analytics Fujitsu punta sempre più alla progettazione e alla fornitura di soluzioni Internet of Things in chiave end-to-end.

imagesMai come nell’Internet of Things è importante dimostrare che “si può fare”, che l'”Intelligenza” negli oggetti è un valore non solo per quello promette di realizzare ma anche per quello che effettivamente si traduce nella realtà dei servizi, nell’efficienza delle imprese, nella qualità della vita dei cittadini.

Un tema questo particolarmente importante per una società come Fujitsu che ha voluto interpretare la propria presenta in ambito IoT con una offerta di tipo end-to-end a livello globale. Per questo l’azienda ha investito più di 2 miliardi di dollari all’anno per attività di ricerca e sviluppo su nuove tecnologie (soluzioni IoT incluse) che si aggiungono agli oltre 300 proofs of concept IoT presentati nel corso del 2015.
La società di ricerche Gartner ha inserito Fujitsu tra i “visionary vendor” nello studio Magic Quadrant for Managed M2M Services, Worldwide (pubblicato a ottobre 2016), e ha individuato il gruppo giapponese come vendor di riferimento nell’area dei servizi gestiti IoT nella propria Market Guide for Managed IoT Services (del settembre 2016).
Fujitsu vanta del resto una lunga esperienza nel settore IoT: fin dai primi sistemi RFID e machine-to-machine, ha sviluppato soluzioni e competenze nelle applicazioni, nel networking, nelle tecnologie embedded e nei sensori, senza contare quelle nei servizi gestiti per l’IT enterprise.
Tutta la gamma di proposte IoT di Fujitsu – dai sistemi di edge processing fino alle soluzioni cloud di back-end – riflette questo background ormai consolidato. E l’azienda può così offrire sia soluzioni predefinite per processi di business specifici, sia collaborazioni con i clienti per creare congiuntamente soluzioni IoT personalizzate.
Le soluzioni IoT di Fujitsu fanno parte del portafoglio di tecnologie avanzate, infrastrutture e servizi gestiti MetaArc, che si posiziona come soluzione che aiuta i clienti a concretizzare le iniziative di digital transformation. Più specificatamente, le soluzioni IoT comprendono la piattaforma IoT edge-to-cloud GlobeRanger iMotion implementata su Fujitsu Cloud Service K5, la linea Ubiquitous composta da dispositivi wearable enterprise e da una gamma crescente di tecnologie per reti e sensori realizzate da Fujitsu e dai suoi partner.
“Le soluzioni IoT – è il commento di Alex Bazin, VP e Head of Internet of Things della divisione Global Delivery Business di Fujitsu – diventano particolarmente interessanti per le aziende quando vengono fornite nell’ambito di un contratto per servizi gestiti a fronte di un costo mensile prevedibile. Fujitsu capisce bene gli aspetti tecnologici operativi dell’IoT e propone già da anni soluzioni basate su RFID e M2M. E si trova anche in una buona posizione per implementare sistemi mission-critical complessi capaci di integrare trasparentemente nuove tecnologie nelle infrastrutture già esistenti per trasformare realmente i servizi IT”.

Investimenti continui nello sviluppo dell’IoT

Il gruppo giapponese, del resto, continua a investire nello sviluppo di capacità IoT end-to-end: lo conferma anche la recente inaugurazione di un ambiente per i test dei sistemi IoT all’interno del Fujitsu Digital Transformation Center di Tokyo. Ed è stato inoltre creato un IoT Solutions and Business Support Service globale per fornire ai clienti supporto integrato dalla pianificazione e dai test dei prototipi fino alla progettazione, realizzazione e gestione di sistemi IoT multi-vendor. Continuando a rafforzare il proprio portafoglio di prodotti e servizi per l’Internet of Things, Fujitsu collabora infatti anche con i partner per permettere ai clienti di adottare più facilmente tecnologie progettate per affrontare le sfide di business e diventare così più competitivi nei rispettivi mercati.

La soluzione IoT per Baker Hill

Tra i case history Fujitsu più recenti va citata per lo meno la soluzione IoT industriale GlobeRanger per Baker Hill, un importante produttore di componenti meccanici di precisione per i settori medicale, commerciale, aerospaziale e della difesa. Baker Hill ha adottato il sistema olistico avanzato di Fujitsu per la pianificazione e il tracking dei workflow con l’obiettivo di trasformare i processi di fabbricazione in chiave Industry 4.0. Grazie alla collaborazione con Fujitsu, Baker Hill dispone di informazioni granulari in tempo reale sull’intera produzione ed è in grado di rilevare l’esatta posizione di tutti i componenti in un dato momento mentre si spostano all’interno degli impianti.

Sulla Smart Energy prosegue il progetto con EDP, l’utility portoghese

A fine novembre 2016, EDP-Energias de Portugal ha scelto Fujitsu per effettuare la digital transformation delle proprie operazioni. EDP è il maggior produttore, distributore e fornitore di elettricità del Portogallo nonché il terzo produttore elettrico di tutta la penisola iberica. La digitalizzazione rappresenta un elemento chiave della vision 2020 di EDP nella prospettiva della Smart Energy: con un utilizzo più efficace dell’IT, l’azienda portoghese mira a diventare una digital utility. A tale scopo ha chiamato Fujitsu per supportare la propria forza lavoro globale – 12.000 persone dislocate in 12 Paesi – con un Global Service Desk focalizzato su un approccio di centralizzazione e standardizzazione dei processi e sostenuto da un’innovazione costante. Fujitsu segue metodologie CSIP-Continual Service Improvement Process per migliorare la qualità della prima linea di supporto aiutando a eliminare costi e inefficienze e si occuperà di fornire supporto in portoghese, spagnolo e inglese agli oltre 12.000 dipendenti EDP in 12 Paesi. EDP ha inoltre incaricato Fujitsu di fornire servizi di Central Device Management di secondo livello in lingua portoghese e spagnola per tutto il proprio personale.

BearCom, per i dispositivi wireless a noleggio ci pensa GlobeRanger

La polivalenza e la multisettoriarità delle soluzioni IoT di Fujitsu vengono confermate una volta di più dall’accordo siglato da BearCom – il maggior fornitore nordamericano di apparati e soluzioni per la radiocomunicazione bidirezionale wireless –, che ha adottato la soluzione IoT per il tracking Fujitsu GlobeRanger allo scopo di gestire e tracciare tutto il portafoglio di dispositivi destinati al noleggio utilizzati per supportare molti dei più importanti eventi organizzati nel Paese.
A dicembre 2016, BearCom ha iniziato a installare la piattaforma IoT Fujitsu GlobeRanger iMotion e il relativo sistema di asset tracking GR-AWARE per semplificare drasticamente il processo di gestione del noleggio di circa 25.000 apparecchi wireless: si tratta di radio digitali ad alte prestazioni, utilizzate per esempio dai professionisti della pubblica sicurezza in occasione di eventi come le premiazioni degli Oscar o i festival musicali. Implementando la soluzione IoT, BearCom punta a ridurre significativamente il tempo necessario per gestire circa 16.000 contratti all’anno e razionalizzare i circa 7.000-8.000 trasferimenti di apparecchiature tra le proprie sedi.

Open Innovation
Il colosso internazionale dell’agrifood da un decennio sperimenta i benefici dell’innovazione open e condivisa e i suoi manager sono convinti di...
29 novembre 2016