Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Industry 4.0

La digital transformation di 1177 sposa vending machine e pagamenti digitali in una logica di Industria 4.0

La digital transformation è la chiave per far crescere il Made in Italy. Lo dimostra la case history di 1177, che sta sviluppando un percorso industry 4.0 e nuovo modello di business anche con il supporto di Cisco

Il rilancio del Made in Italy deve passare attraverso l’innovazione e attraverso una interpretazione creativa e italiana della digitalizzazione. Più che un mantra questo è un imperativo categorico per Luca e Alda Bondioli di Calze Ileana, azienda bresciana nata circa 30 anni fa e considerata una delle eccellenze nella produzione tessile di fascia alta nel nostro Paese. E questa convinzione Calze Ileana l’ha trasformata e concretizzata, con l’esperienza natta sotto il marchio 1177 in una vera e propria diventato una case history da manuale nell’area della digital transformation.

1177 è un vero esempio di trasformazione digitale ed è anche un esempio di come il digitale può impattare e cambiare l’intero processo di business dell’azienda, che in questo caso particolare consiste nell’utilizzare vending machine e pagamenti digitali per portare sul mercato calze da uomo e da donna con un cambiamento davvero profondo nel go to market dell’azienda, grazie a una reinterpretazione dell’intero modello di relazione con i clienti e i consumatori.

Per 1177 l’Industria 4.0 porta a un nuovo rapporto con i propri clienti

Internet4things ne ha parlato con Luca Bondioli, direttore generale di Calze Ileana, artefice, insieme alla sorella Alda, di questa trasformazione e di questa case history Industry 4.0, al quale abbiamo chiesto in primo luogo come il paradigma dell’Industria 4.0 sta cambiando il rapporto con i clienti.

Il rapporto con i clienti sta cambiando in modo radicale perché stiamo passando da una fase “non” conoscenza del nostro cliente a una fase in cui si tende ad avere la conoscenza totale dei comportamenti e delle esigenze dei nostri clienti. Avere un punto diretto sulla vendita, conoscendo in tempo reale i dati e i comportamenti dei clienti rappresenta un vantaggio e un valore fondamentale.

Dalla vending machine ai pagamenti digitali


Dal punto di vista tecnologico, il progetto Industria 4.0 di 1177 ha richiesto un totale ripensamento del punto di vendita e dei sistemi per i pagamenti digitali. L’adozione delle vending machine in luogo del tradizionale espositori ha portato con sé come diretta conseguenza anche l’adozione di nuovi sistemi di pagamento e l’apertura di nuove relazioni con fornitori come Ingenico, che aiutano la società a semplificare il rapporto con i clienti e a comprenderne le esigenze e i comportamenti.

Il rapporto con Cisco nel percorso di Digitaliani


Il percorso di trasformazione digitale di 1177 si inserisce in pieno negli obiettivi dell’iniziativa Digitaliani, lanciata un anno fa da Cisco con l’impegno di un vestimento da 100 milioni di euro per sostenere proprio la crescita digitale dell’ecosistema delle imprese italiane.
Per questo 1177 considera fondamentale il rapporto con Cisco, soprattutto nella logica di un deciso spostamento verso l’omnicanalità.
Le vending machine implementate da 1177 devono fornire e ricevere informazioni, devono, a tutti gli effetti, essere in rete e connesse ad altre macchine e con chi gestisce il rapporto con i clienti. Con questa logica, 1177 è in grado di sviluppare nuovi progetti e gestire diversamente la relazione con i suoi clienti, che possono, ad esempio, ordinare online i prodotti e ritirarli poi presso la vending machine per lui più comoda.

Formare un’intera azienda alle nuove logiche dell’Industria 4.0

L’adozione di queste logiche già orientate all’Industry 4.0 ha sicuramente avuto un impatto importante sull’organizzazione aziendale e ha richiesto a 1177 di cambiare il proprio modello organizzativo. AI dipendenti, abituati a lavorare secondo una vecchia logica “su commissione”, è stato richiesto uno spostamento deciso verso il digitale: per questo ai dipendenti sono stati proposti corsi di formazione e nuove dinamiche di collaborazione, perché la sfida del digitale diventasse veramente opportunità.

Open Innovation
Il colosso internazionale dell’agrifood da un decennio sperimenta i benefici dell’innovazione open e condivisa e i suoi manager sono convinti di...
29 novembre 2016