Direttore Responsabile: Mauro Bellini

CERCA
MENU
CANALI arrow_drop_down
Direttore responsabile: Mauro Bellini

.Industry 4.0

Accordo tra Samsung e T-Mobile, test innovativi per la rete mobile 5G

Le reti mobili di quinta generazione sono la nuova frontiera e rappresentano uno straordinario volano per lo sviluppo e l’espansione dei progetti Intenret of Things

5g-shutterstock_271702103Con la rapidità di trasferimento dati in 5G, la connessione simultanea di milioni di mobile device sarà velocizzata dalle nuove infrastrutture e dalle basse latenze, a tutto vantaggio delle sessioni gaming online, streaming 4K e download di contenuti in alta definizione

Le reti mobili di quinta generazione sono la nuova frontiera per Samsung, sempre più impegnata anche sul fronte delle infrastrutture e dei network che supporteranno l’espansione dei progetti IoT, in un mondo fatto di oggetti e prodotti intelligenti e interconnessi in un’unica grande rete mobile. Per testare tutte queste nuove funzioni la velocità e l’affidabilità dei network sono imprescindibili soprattutto in applicazioni che richiedono los viluppo di connettività sul territorio come l'Industria 4.0, la Smart Agriculture, le Smart City.
Di qui l’accordo di collaborazione di Samsung Electronics America con T-Mobile – annunciato lo scorso settembre – sulle nuove tecnologie di rete 5G, per valutare l’impatto della rete e il suo sviluppo in relazione alla nuova generazione di applicazioni mobili. In questa fase di studio e sperimentazione presso i laboratori T-Mobile, in particolare, i test sul campo e di laboratorio vengono condotti sulla base di dimostrazioni innovative.
La partnership operativa include un test iniziale da compiere già entro la fine del 2016 sulla base degli studi condotti sulla mobilità 5G in un ambiente esterno su portanti a 28 GHz (mmWave) operanti sullo spettro in frequenza 5G assegnato a T-Mobile per le prove. Verranno condotti test e studi anche nei primi mesi del 2017 utilizzando il sistema Samsung pre-commercial a 28GHz.
"Siamo entusiasti di collaborare con Samsung – è il commento di Neville Ray, Chief Technology Officer, T-Mobile – per vedere come è possibile sviluppare le caratteristiche chiave dell’emergente tecnologia 5G, tra cui estrema velocità, bassa latenza e connettività di massa. La nostra collaborazione con la tecnologia delle reti di Samsung ci permetterà di migliorare lo sviluppo e la disponibilità 5G".
"Avvalersi della leadership 5G di Samsung per assistere T-Mobile a sviluppare la loro rete di nuova generazione è un'opportunità eccitante – aggiunge Mark Louison, Senior Vice President e General Manager, Network Business di Samsung Electronics America – Siamo in ottima posizione per fornire l'ecosistema 5G a primari operatori come T-Mobile, visto i nostri anni di esperienza e di sviluppo attraverso le nostre divisioni Semiconduttori, Dispositivi e Reti."
Le apparecchiature di rete Samsung, in particolare, forniscono gli strumenti necessari per raggiungere questi nuovi traguardi e soddisfare così le richieste dei consumatori sulla velocità di trasferimento dei dati in 5G. La connessione simultanea di milioni di device sarà velocizzata dalle nuove infrastrutture e dalle basse latenze, che garantiranno sessioni gaming online, streaming 4K e download di contenuti in alta definizione a velocità del tutto inedita.
Samsung Electronics, in tal senso, gioca un ruolo fondamentale, dato che detiene una serie di brevetti essenziali per lo sviluppo delle reti in 5G anche nella prospettiva dei progetti Internet of Things. E lo stato dei lavori è già così a buon punto da prevedere la presentazione dei primi progetti già a inizio 2018, in largo anticipo rispetto alle previsioni iniziali.

Resta aggiornato sull'universo IoT! Iscriviti alla nostra newsletter!

email

BRAND:

Industry 4.0
Le regole, le specifiche e le linee guida per il mondo dell'IoT industriale e del Machine2Machine in particolare
16 maggio 2016
Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo.

Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie.

Leggi la nostra cookie policy